lunedì 10 aprile 2017

A cuore aperto


Care Amiche,

volevo ringraziarvi per l'affetto e l'entusiasmo con cui avete accolto l'apertura del negozio on line dell'Atelier.

Consegnare i primi capi venduti e ricevere i complimenti per l'accuratezza e per l'impegno impiegati, ha fatto gongolare non poco le ragazze.

Ma come si svolge la giornata in Atelier? Immagino siate un po' curiose, così lascio la parola a Giulia.

"Prima di tutto l'Atelier non ha una sola sede, ma ben due: casa mia e casa di Barbara. Abitiamo a qualche chilometro di distanza e per logistica e impegni vari, riusciamo a vederci una due volte alla settimana. E quindi come facciamo a gestire una micro attività agli esordi?

WhatsApp è il nostro alleato, qui ci scambiamo idee, aggiornamenti, incoraggiamenti e soprattutto buon umore.

 

Mentre Barbara manda avanti una famiglia numerosa, mi dà consigli sull'alimentazione, cerca ispirazioni per nuovi modelli e, soprattutto, cuce gli articoli che tanto vi piacciono, io faccio entrare e uscire i miei gatti da casa (sì, non scherzo, riescono a farmi aprire la porta anche una quindicina di volte in una mattina), aggiorno i social, scatto foto, studio, programmo, organizzo le priorità, riporto Barbara sul pianeta Terra e conto i dollaroni.

Lavorare in team, anche se molto piccolo, non è sempre facile; Barbara ed io siamo persone molto diverse, quasi opposte: come dicevo sopra, lei è quella più artistica, mentre io sono quella più pratica, organizzata. Come si dice? "Gli opposti si attragono", ma anche "chi si somiglia, si piglia", infatti è il nostro comune amore per il cucito, le atmosfere retrò, i tessuti pregiati e le cose belle che ci ha spinto a creare questo progetto.
La storia della nascita di Atelier Loulou, ormai, la conoscete già, ma la foto galeotta l'avete mai vista? E' proprio questa qui sotto.


Uno strumento utilissimo al nostro piccolo business è Trello, Barbara ne è super fan, io preferisco carta e penna, non l'avreste mai detto, vero? Questa app ci aiuta a tenere sott'occhio lo stato dei lavori, a prendere appunti e fare elenchi sul materiale da acquistare.
Lei usa Trello, io preferisco Snapchat, quasi tutte le mattine le dò il buongiorno con uno Snap, che fortuna eh? Ma dobbiamo divertirci e prenderci un po' in giro, non credete? "



Vi è piaciuto conoscere un po' del dietro le quinte dell'Atelier? A me sì, spero di leggere presto qualche altro aneddoto.
Buona giornata,




Nessun commento:

Posta un commento